Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

Basilica di San Marco, biglietto a 3 euro anche per i residenti. Resta gratuito l'ingresso per la preghiera

Il procuratore Tesserin ha motivato la decisione con la necessità di affrontare un momento di grave difficoltà economica

Anche i residenti veneziani dovranno pagare il biglietto di 3 euro per una visita turistica alla Basilica di San Marco, così come accade per i turisti di ogni provenienza: finora i residenti godevano dell'ingresso gratuito, e solo per saltare la fila con la prenotazione online era previsto un prezzo di 2 euro.

A renderlo noto è stato il primo procuratore di San Marco, Carlo Alberto Tesserin: all'Ansa ha spiegato che la decisione è motivata da «una richiesta di estremo aiuto: se non riceveremo sostegni, non usciremo da questa situazione. Dobbiamo cercare di fare tutto il possibile per mantenere la basilica in piedi». Un piccolo contributo, dunque, per sostenere questo grande patrimonio artistico e culturale, la cui manuntenzione comporta grandi spese, in un momento di grande difficoltà economica.

Dalla diocesi ricordano che, naturalmente, la basilica resterà sempre aperta gratuitamente per l'accesso dei fedeli (residenti o non residenti) che entrino per le celebrazioni religiose o per la preghiera individuale, nello spazio della Cappella della Madonna Nicopeia. In questo caso l'ingresso è dalla porta dei Fiori, collocata sul lato della piazzetta dei Leoncini, ed è sempre libero, senza necessità di prenotazione, fino a esaurimento posti e fatte salve misure di regolamentazione dell'accesso per ragioni sanitarie. Per le visite turistiche, invece, la basilica di San Marco è aperta dalle 9.30 alle 17.15, pagando un biglietto di 3 euro, con un supplemento di 7 euro per la visita alla Pala d'Oro dietro l'altare maggiore.

In un comunicato congiunto, il patriarcato e la procuratoria hanno specificato che «la Basilica di San Marco è e continua ad essere un luogo aperto alla preghiera per tutti. Anche in pieno lockdown la Basilica è sempre stata aperta per consentire la preghiera e la devozione personale dei fedeli». «L’attuale sistema di prenotazione delle visite - prosegue la nota - richiede personale in numero significativo, costi di gestione aggravati, che si aggiungono alle mancate entrate dell’ultimo anno. Oggi è divenuto necessario garantire il sistema di prenotazione, per contingentare gli accessi per la visita in sicurezza e per la miglior conservazione del manufatto. Per permettere tutto questo, non costringendo tra l’altro a dover ricorrere ancora agli ammortizzatori sociali, la procuratoria ha fissato un contributo di 3 euro per la prenotazione delle visite. Si tratta di un modo concreto di partecipazione alla conservazione di questo manufatto così fragile e molto segnato dalle acque alte, nonché prezioso per la fede, la cultura e la storia del popolo veneziano».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basilica di San Marco, biglietto a 3 euro anche per i residenti. Resta gratuito l'ingresso per la preghiera

VeneziaToday è in caricamento