rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Polizia di frontiera, il bilancio del 2022: 80 denunce e 35 arresti

Tra l'aeroporto e gli scali marittimi, 857 denunce raccolte dagli agenti nell'ultimo anno

Ottanta denunce, 35 arresti, 232 stranieri respinti alla frontiera, 552 riammessi in Italia ai sensi del regolamento di Dublino. Sono alcuni dei numeri che emergono dal bilancio delle attività svolte nell'anno appena trascorso dalla polizia di frontiera di Venezia.

I controlli sono stati effettuati tra l'aeroporto Marco Polo di Tessera, che ha registrato una forte ripresa nel numero dei passeggeri, molto vicini a quelli del 2019, per un totale di circa 9 milioni in arrivo e in partenza, e la stazione marittima di San Basilio per gli arrivi e le partenze degli aliscafi provenienti dalla Croazia e presso il terminal a Fusina per il contrasto all’immigrazione clandestina sui traghetti provenienti dalla Grecia.

Complessivamente, sono state 857 le denunce verbalizzate dagli agenti presentate da passeggeri e cittadini. Sul fronte dell'immigrazione, 232 stranieri sono stati respinti e 118 riammessi, oltre ai 552 rientrati per il regolamento di Dublino (di cui 113 diventati destinatari di decreti di espulsione). Infine, 43 sono stati gli stranieri rintracciati ed entrati illegalmente in Italia nascosti in mezzi di trasporto giunti via mare dalla Grecia. La polizia ha staccato anche 107 sanzioni per violazioni amministrative.


·        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia di frontiera, il bilancio del 2022: 80 denunce e 35 arresti

VeneziaToday è in caricamento