Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Polizia, il bilancio del 2020: aumentano arresti e denunce

Calano, invece, le denunce di reati subìti

Da 626 persone denunciate nel 2019 a 758 nel 2020 (+ 21,25 per cento) e da 69 arresti in flagranza nel 2019 a 91 nel 2020 (+31,88). Dai furti allo spaccio di droga: le restrizioni sugli spostamenti imposte a causa della diffusione del Covid non fanno scendere le denunce e gli arresti nel Veneziano da parte della squadra volanti. Al contrario, il bilancio del 2020 della questura di Venezia rivela un incremento considerevole dei provvedimenti scattati nei confronti di malviventi colti sul fatto.

Merito anche del potenziamento dei controlli effettuati dall'Upgsp (Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico) sul territorio: si va dai 5.586 nel 2019 ai 12.904 del 2020 (+ 131,01 per cento). In particolare, le persone controllate sono state 18.211 (+ 91,55 per cento), i veicoli 4.585 (+ 163,81) e i documenti 14.823 (+ 18,32). Numeri che, con ogni probabilità, hanno influito soprattutto sulla diminuzione delle denunce per i reati subìti. Sebbene, infatti, denunce e arresti in flagranza abbiano registrato un incremento, le denunce presentate dai cittadini che hanno subìto reati sono in calo. Si è passati da 7.316 nel 2019 a 5958 nel 2020 (-18,56 per cento).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, il bilancio del 2020: aumentano arresti e denunce

VeneziaToday è in caricamento