menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiesa (foto: arte.it)

La chiesa (foto: arte.it)

Bivacco sulla scalinata della chiesa dei Tolentini: una scultura per riqualificarla

Scambiata spesso per "tavolo da pic-nic" da parte dei turisti, da sabato 3 a domenica 11 settembre l'installazione "Tra la chiesa e il campo" animerà l'esterno del luogo sacro. Obiettivo: ridarle la considerazione che merita

Da sabato 3 a domenica 11 settembre l’installazione “Tra la chiesa e il campo” animerà la scalinata della Chiesa dei Tolentini: da tempo meta di quotidiani pic-nic e oggetto di un uso spesso poco riguardoso da parte di turisti (e non solo). Il progetto, ideato dagli studenti dell’Università Iuav di Venezia con il sostegno del Patriarcato di Venezia, vuol essere un delicato richiamo alla natura sacra dello spazio e un invito a viverlo e ad abitarlo rispettosamente. 

In un momento in cui l’uso – e abuso – della città di Venezia è oggetto di attenzione e denuncia quasi quotidiana, l’iniziativa del Senato degli Studenti Iuav è particolarmente significativa: un segnale piccolo, ma importante di sensibilità al valore anche civile degli spazi comuni e di orientamento alla salvaguardia. Elementi, questi, costitutivi del patrimonio genetico di Iuav e di cui gli studenti dell’ateneo si fanno interpreti.

Nelle parole degli autori del progetto: "La scalinata della chiesa dei Tolentini è spesso usata come luogo di sosta e riposo. Coloro che vi si siedono così spontaneamente sicuramente ne riconoscono la bellezza, ma probabilmente non fanno caso al fatto che essa rappresenta il momento di avvicinamento ad un luogo sacro e pertanto ignorano la sua vera funzione in favore dell’uso abituale che se ne è fatto. Crediamo che il modo per ridonarle dignità sia metterla in mostra, ritagliandole uno spazio che sia caratterizzato da una presenza volumetrica. Abbiamo realizzato una struttura in legno che si appoggi sui gradini, un grande atrio che circoscrive la scalinata, protetto da un telo bianco che lasci intravedere un ritaglio di cielo e non permetta la vista diretta sul campo. L’installazione modificherà radicalmente il modo di vivere questo spazio, poiché coloro che frequentano abitualmente il campo di fronte la chiesa si troveranno invece in uno spazio inclusivo e meditativo, che induce alla quiete e alla riflessione e. disorientati, non riconoscendo il luogo di sempre, si fermeranno 
per coglierne il carattere e apprezzarne il significato."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Venerdì è sciopero dei trasporti del sindacato Sgb

  • Attualità

    I volontari si prendono cura del forte Tron

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento