Notte senza luce a Caorle, black out continui domenica sera

I troppi condizionatori accesi per combattere il caldo hanno finito con il mettere in ginocchio la rete elettrica. Bar e negozi hanno dovuto chiudere

Troppo caldo, troppi condizionatori d'aria accesi, e per Caorle la serata di domenica si è trasformata in un black out continuo. L'assenza di un qualsiasi tipo di brezza marina ha fatto sì che i 35 gradi di temperatura pesassero come macini per gli abitanti della cittadina, che hanno finito con il sovraccaricare la centralina elettrica cercando di ottenere un po' di sollievo grazie alla tecnologia. Il prezzo da pagare, però, è stata una notte al lume di candela.

TUTTO SPENTO – I problemi sono iniziati intorno alle 21, come riporta la Nuova Venezia, e hanno riguardato gran parte del territorio comunale. Dopo un primo black out proprio intorno all'ora di cena i tecnici Enel sono accorsi in via della Cape per mettere mano alla centralina e cercare di ripristinare l'energia, ma il loro intervento non è riuscito ad impedire un secondo corto intorno alle 22 e un terzo tra le 22.30 e le 23. Qualche cittadino racconta di essere poi rimasto senza elettricità anche dopo l'una di notte e fino alle cinque del mattino. Turisti e cittadini ricorrevano alle candele dentro casa e alle luci dei cellulari in strada. Negozi, bar e ristoranti si sono visti costretti a chiudere, rinunciando così agli incassi previsti. Viste le circa 50.000 persone presenti domenica in città (tra visitatori e abitanti) si tratta certamente di una grossa perdita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento