Corto circuito ai cavi, lungo black out in zona stazione di Venezia

Il problema è stato segnalato alle 21.40 di martedì. Scintille a due cavi da 50mila volt sotto lo scalo ferroviario. Buio fino alle undici e mezza

La stazione ferroviaria di Venezia

Black out prolungato martedì sera nella zona circostante la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, tanto che si sono registrati problemi (risolti grazie ai generatori di emergenza) sia alla questura di Santa Chiara, sia alla centrale operativa della polizia municipale a piazzale Roma. Quanti invece non avevano alcun "piano B" si sono dovuti rassegnare per qualche tempo a cenare a lume di candela. Il problema è stato segnalato verso le 21.40. Stop all'energia elettrica e zona di San Giobbe al buio. Residenti e turisti tutti a chiedersi cosa fosse accaduto.

Il centro operativo di Mestre è subito intervenuto con le manovre di telecomando (telecontrolli) per modificare gli assetti della rete, così da isolare le parti delle linee sede di guasto e ripristinare velocemente il servizio elettrico al maggior numero di clienti possibile. In soli 10 minuti è stato ripristinato il servizio elettrico a oltre l’85% dei cittadini. Nel frattempo sono arrivate sul posto le squadre di tecnici reperibili, che attraverso manovre manuali hanno progressivamente ripristinato il servizio ai rimanenti clienti, l’ultimo dei quali ha riavuto l’elettricità intorno alle 23, a distanza di un'ora e mezza da guasto.

Enel ha appurato che i guasti sono stati causati da un incendio all’ingresso di un cunicolo posizionato sotto la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, in prossimità del rio della Crea. All’interno di questo cunicolo sono posizionate diverse linee Enel a media tensione. Le cause sono in corso di accertamento e allo stato non si conoscono le origini dell’incendio. Anche la mattina sucessiva operai e tecnici Enel sono stati impegnati nelle attività di messa in sicurezza del cunicolo, pulizie, rimozione ripari, la realizzazione di una buca giunti presso la cabina primaria di San Giobbe per intercettare i cavi da riparare e a breve inizieranno le attività di riparazione vere e proprie dei cavi, fortemente rallentate dalla presenza di esalazioni nel cunicolo sprigionate dall’incendio. Il ritorno alla normalità è previsto entro tre giorni dal guasto. Durante questo "limbo" il sevizio elettrico a Venezia è assicurato mediante un assetto della rete alternativo, che Enel sta potenziando posando un nuovo cavo MT provvisorio. Inoltre, a ulteriore garanzia, sono stati predisposti alcuni gruppi elettrogeni pronti a intervenire all’occorrenza.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento