menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz nella base dei vu cumprà a Jesolo, quattordici denunciati

I carabinieri si sono presentati di mattina in un edificio abbandonato di via Mameli. Tre espulsi, due scoperti senza documenti. Problemi d'igiene

Avevano occupato un edificio abbandonato di via Mameli, proprio dietro a dove un tempo sorgeva la discoteca "Le Capannine" di Jesolo. In poco tempo la zona era quindi divenuta vittima del degrado, che i residenti non hanno tardato a segnalare alle forze dell'ordine. Lungo blitz mercoledì condotto dai carabinieri della stazione locale, iniziato di prima mattina e conclusosi a pomeriggio inoltrato.

All'interno dello stabile sono stati sorpresi mano a mano quattordici senzatetto, per lo più magrebini ma anche romeni. Con ogni probabilità la gran parte arrivata sul litorale per vendere merce contraffatta ai turisti in spiaggia. Una specie di "base logistica", dove poter dimorare a "fine turno". Ora, però, con l'arrivo dei militari dell'Arma coordinati dal maresciallo Renato Accoto, i senzatetto dovranno cercare un altro posto.

Tutti i quattordici sono stati denunciati per invasione di edificio. Tre di loro, privi di documenti, hanno subito una seconda denuncia. Un cittadino romeno e uno bengalese, poi, sono stati sorpresi in Italia nonostante un decreto di espulsione. Ora hanno fatto il bis. Diversa, invece, la sorte toccata a un altro tunisino che, non avendo ottemperato a un provvedimento di espulsione del prefetto di Perugia, è stato scortato da due militari fino al Cie di Bari, da cui è stato rimpatriato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento