rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

«Non è stato liquidato l'anticipo». Si fermano i lavori a protezione di San Marco e della Basilica

Pec delle ditte Kostruttiva e Rossi Renzo Costruzioni al Provveditorato e al Consorzio Venezia Nuova. «Il pagamento è condizione indispensabile per l'avanzamento delle opere»

Slittano ancora i tempi per la messa in sicurezza di San Marco e della Basilica. La scorsa estate sembrava che tutto si fosse messo in moto, le ditte erano sul posto, il cantiere è stato allestito in piazza. Invece in questi giorni è arrivato un nuovo stop: mancano i pagamenti, lamentano le aziende che hanno l'affidamento delle opere, condizione imprescindibile per l'avanzamento degli interventi. «Non è stato ancora liquidato l'anticipo contrattuale così come previsto nell'atto di impegno del 13 settembre 2021. Si comunica che a partire dal 22 novembre verranno interrotte tutte le attività di cantiere tranne i normali adempimenti relativi alla sicurezza», comunicano in una pec Kostruttiva e la Rossi Renzo Costruzioni al Provveditorato e al Consorzio Venezia Nuova.

Le opere erano state affidate il 23 agosto scorso, un mese dopo i lavori sono iniziati e a ottobre sono stati sospesi per la definizione completa del quadro conoscitivo dell'area. «Ad oggi non abbiamo ricevuto il pagamento dell'anticipo contrattuale - affermano le società - così come previsto. La liquidazione della somma è condizione indispensabile per l'avanzamento dei lavori, pertanto non ricevendo alcun pagamento - concludono - ci vedremmo costretti a interrompere ogni attività di cantiere». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non è stato liquidato l'anticipo». Si fermano i lavori a protezione di San Marco e della Basilica

VeneziaToday è in caricamento