menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bolletta "mostro" da 9mila euro, ricalcolo dopo mesi: dimezzata

Un dura botta ad agosto per i titolari di una pasticceria di Peseggia di Scorzè. Con l'aiuto di Adico sono riusciti a pagare la giusta somma

Oltre 9mila euro di bolletta come conguaglio per il periodo che va da marzo 2013 a luglio 2014. Brutta sorpresa per i titolari della pasticceria "Hansel & Gretel" di Peseggia di Scorzè, che si sono ritrovati completamente spiazzati dall'importo richiesto. Per questo motivo si sono affidati ad Adico, associazione difesa consumatori, ottenendo, dopo nuovi calcoli, il dimezzamento dell'importo.

La vicenda si concretizza ancora lo scorso agosto, quando alla pasticceria di via Vecchia Moglianese arriva una bolletta con un importo di 9.320,46 euro. Spiazzato dalla cifra richiesta e contenente calcoli di rettifica relativi al periodo 2013-2014, il titolare dell'attività si rivolge all'associazione mestrina, chiedendo il supporto dei propri legali. In particolare, invoca una rateizzazione, data la difficoltà di sborsare una cifra simile tutta in una volta. Qualche settimana fa giunge alla pasticceria di Scorzè la risposta della società che eroga il servizio, riassunta in una bolletta che contiene una nota di accredito nei confronti del titolare pari a 4.033,63 euro.

"Tale vicenda conclusasi molto positivamente - spiega Carlo Garofolini, presidente Adico - racconta di una realtà diffusissima che mette in ginocchio tante famiglie, quella delle bollette con conguagli impressionanti, da migliaia di euro. Quando si ha a che fare con queste aziende, non si riesce mai a interagire con un responsabile. L'utente è così costretto a rapportarsi sempre con diversi operatori di call center che tendono a farlo desistere dal far valere le proprie ragioni. Adico riceve ogni settimana decine di telefonate riguardo tale problematica. Spesso quei conguagli sono frutto di calcoli errati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Attualità

    Brugnaro: «Il 24-25 aprile pronti ad aprire tutti i musei»

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento