menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollette dimenticate, burocrazia e festività: gas staccato per giorni

L'episodio è accaduto a Tessera dove la donna, complice alcune bollette non saldate in tempo e il periodo delle feste natalizie, si è trovata senza riscaldamento. Con lei in casa anche una parente malata

Hanno affrontato il freddo invernale senza riscaldamento e tutto per alcune bollette dimenticate, per intoppi burocratici e per la coincidenza del periodo del Natale. Tredici giorni al gelo e senza acqua calda per una signora di Tessera invalida al 90% e per due parenti ospiti a casa sua, una delle quali, per giunta, malata di Parkinson e con dei pacemaker.


IL DISAGIO. Come riporta La Nuova Venezia la disavventura prima delle festività natalizie il 17 dicembre quando le staccano improvvisamente il gas. La donna, allora, chiama il gestore per chiedere spiegazioni e assicura che avrebbe saldato immediatamente le fatture dimenticate in cambio del riallacciamento dello stesso. Niente da fare: nonostante il pagamento, il gas non ritorna. La donna telefona allora ancora al gestore e si sente rispondere in tre modi diversi: che mancano ancora centinaia di euro da saldare prima, che ne mancano una cinquantina poi e, infine, che questi 51 sono i soldi di una bolletta che non le avevano “ricordato”. Nel frattempo passano i giorni del Natale e, nonostante il nuovo pagamento saldato in tutta fretta, un tecnico si rende disponibile alla riattivazione solo il giorno 30 dicembre mettendo fine, finalmente, al disagio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento