Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

I numeri di Azienda Zero. Continuano i contagi. Sette decessi in più in Veneto da sabato notte. Scendono le persone in isolamento. Dal 21 febbraio 631 persone decedute e 1175 dimesse dagli ospedali

Reparto Malattie infettive Venezia, archivio

Sette decessi in Regione nella notte fra sabato 4 aprile e la domenica delle Palme, leggermente in calo le persone in isolamento domiciliare. Sono questi i dati del bollettino di Azienda Zero che però indica ancora centinaia di tamponi positivi in più. In tutta la Regione 9650, +280 l'incremento. Ce ne sono 46 in più in provincia di Venezia da sabato sera, 23 in più a Treviso, 70 a Padova e 121 in più a Verona. Sono 945 i negativizzati in regione, 147 di questi sono a Venezia. Il totale dei deceduti in Veneto dal 21 febbraio è di 631 persone, negli ospedali e altre strutture. 

Secondo il bollettino di Azienda Zero c'è un nuovo paziente nella Terapia intensiva di Mirano, nel Veneziano, su un totale attuale di 53 ricoverati in questo reparto, compresi quelli dei Covid hospital di Jesolo, Dolo e Villa Salus. Oltre 200 i ricoveri in tutti gli ospedali dell'area non critica della Città metropolitana. Non si sono registrati dopo l'anziano ottantenne di sabato, ulteriori decessi. Ci sono sette pazienti nell'ospedale di Comunità casa di cura Rizzola a San Donà di Piave. Dal 21 febbraio a oggi le persone dimesse dagli ospedali di tutto il Veneto sono 1175.

Schermata 2020-04-05 alle 11.12.40-2

«Ci sono 1892 ricoverati+329 pazienti in Terapia intensiva, oltre ai 1175 dimessi: abbiamo dato cure a oltre 3000 persone in Veneto - commenta il governatore veneto Luca Zaia nel consueto punto stampa a Marghera -. Grazie all'atteggiamento occidentale delle comunità che si sono date da fare con cura estrema contro la diffusione dei contagi da coronavirus, oggi sono state salvate 59 mila persone nel mondo».

«Abbiamo dato mandato ad Azienda Zero, che comprende tutte le 11 realtà sanitarie del Veneto, di costruire un magazzino di dispositivi per sei mesi. Abbiamo comprato 24 milioni e 700 mila mascherine. C'è comunque un flusso di materiale continuo». Ogni giorno Azienda Zero distribuisce 240 mila mascherine alle Ulss, ai medici di base e alle case di riposo. «Abbiamo passato un mese, a tutti i livelli e tutti i giorni a cercare mascherine - ha detto Zaia -. Ora anche i veneti stessi stanno producendo di tutto. Spero si dia modo ai cittadini di potersene approvvigionare, ma c'è ancora il principio del sequestro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ragazzo di 25 anni si è sparato e ucciso in una palestra di Marghera

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Il Mose evita l'acqua alta a Venezia. Venerdì previsti altri 130 centimetri

  • Nicolò, «atleta e professionista in campo e nella vita». Il ricordo degli amici

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento