Bollettino coronavirus Veneto e provincia di Venezia, 14 novembre. I Punti tampone Ulss 3

I dati forniti da Azienda Zero, riferiti alle 8. Aumentano i contagi registrati

Gazebo ospedale dell'Angelo, pronto soccorso

Il bollettino coronavirus di Azienda Zero della mattina di sabato 14 novembre (dato riferito alle 8) aggiorna i dati sul contagio dell'epidemia di Sars-Cov-2: si registrano 2799 nuovi casi di positività in Veneto rispetto a ieri sera, 448 dei quali in provincia di Venezia. Nel nostro territorio il numero delle persone attualmente positive al virus è 8309 (la maggior parte dei quali asintomatici), mentre in regione sono 59.705. Il dato continua a salire.

Ricoveri in ospedale

Guardando ai ricoveri, sono attualmente 2217 i pazienti in cura negli ospedali veneti, dei quali 2097 positivi al virus (228 in condizioni gravi) e 120 negativizzati (3 in terapia intensiva). In provincia di Venezia ci sono 117 persone ricoverate a Dolo (di cui 12 gravi), 31 al Santi Giovanni e Paolo di Venezia (2 in terapia intensiva), 59 all'Angelo di Mestre (9 gravi), 1 al Fatebenefratelli, 32 a Villa Salus, 6 a Mirano (2 gravi), 1 a Noale più altri 5 nella classificazione di ospedale di comunità, 12 a Chioggia (nessuno in terapia intensiva), 36 a Jesolo (6 in terapia intensiva), 2 a Portogruaro (uno grave), 1 terapia intensiva a San Donà, 1 alla casa di cura Rizzola. Si registrano anche una persona all'Odc (ospedale di comunità) Fatebenefratelli, 3 al Centro Nazareth di Venezia e 9 al centro servizi residenziali Stella Marina di Jesolo Lido.

Casi di positività nelle province venete

Di seguito, il numero di persone attualmente positive in tutte le province venete e la variazione di casi rispetto alle 8 del mattino del 13 novembre. Il maggior numero di nuovi contagi si registra a Verona (+660), seguita da Treviso (+503).

Padova: 11166 (+440)
Treviso: 11125 (+503)
Venezia: 8309 (+448)
Verona: 10975 (+660)
Vicenza: 11195 (+453)
Belluno: 3548 (+126)
Rovigo: 1744 (+96)

Schermata 2020-11-14 alle 15.23.59-2

Punti tampone e mappa

Nell'Ulss 3 ci sono undici postazioni, più una "mobile", per i tamponi. Cinque punti in cui i tamponi possono essere effettuati a qualsiasi ora del giorno e della notte; cinque drive-through per i tamponi in auto e in più un ambulatorio speciale a piazzale Roma e la postazione mobile tamponi in grado di spostarsi per andare ad effettuare i test là dove serve. «Intendiamo fornire agli utenti - spiega il direttore Giuseppe Dal Ben - modalità differenti in un momento di forte pressione dell'epidemia».  I cinque punti tampone con accesso h24 sono dislocati a Venezia, a Favaro Veneto, a Noale, a Pellestrina e a Chioggia; i cinque drive-through operano a Mestre, al Lido, a Dolo, a Noale e a Chioggia. Le postazioni sul territorio, a cui si accede o con l'impegnativa del proprio medico o su invio da parte del Sisp dell'Ulss 3, si aggiungono al lavoro che viene già svolto, fin dal 15 agosto,  all'aeroporto Marco Polo, dove l'Ulss 3 è impegnata con i test a chi rientra dai Paesi monitorati. «Ancora va ricordato - sottolinea Dal Ben - il prezioso lavoro che viene fatto a domicilio, nelle abitazioni private e nelle strutture di accoglienza degli anziani, dai medici delle Usca, le Unità speciali a cui è affidata appunto l'esecuzione dei tamponi alle persone che, per le loro condizioni, non possono spostarsi». Dall'inizio dell'emergenza, sono 352.000 i tamponi effettuati dall'Ulss 3 tra molecolari e rapidi.

Schermata 2020-11-14 alle 15.20.03-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento