menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagliandi dell'assicurazione falsi, boom di sequestri nel Miranese

I casi riscontrati sono più di cento nel 2014, triplicati dal 2012. Modificano o "taroccano" i talloncini esposti sul parabrezza, i furbetti però rischiano grosso

Sarà la crisi, che induce i cittadini a risparmiare ovunque vedano qualche spiraglio per economizzare sulle spese, sarà la tendenza di alcuni a voler fare i "furbetti": fatto sta che nel giro di tre anni le falsificazioni dei tagliandi dell'assicurazione, nel Miranese nord, sono triplicate.

Come riportano i quotidiani locali, infatti, è in corso un vero e proprio boom di auto sequestrate: sono stati 90 i casi di mancata copertura assicurativa da inizio anno, cifra che quasi sicuramente supererà il centinaio entro fine 2014. Un fenomeno che sta dilagando, tanto che i vigili hanno intensificato i controlli e avviato negli ultimi mesi una lunga serie di procedimenti penali.

Le tecniche di falsificazione sono svariate: c'è chi usa un tagliando reale e lo modifica a proprio piacimento, altri ricorrono all'ausilio di scanner e computer per realizzare copie praticamente identiche. L'obiettivo rimane quello: risparmiare i soldi della copertura assicurativa.

E le pene possono essere pesanti, anche se differenziate tra chi si limita a girare senza assicurazione o con assicurazione scaduta e chi falsifica i documenti: la sanzione può andare da 841 a 3.366 euro e può prevedere sia il sequestro sia la confisca del mezzo, ma i falsificatori devono rispondere di falso ideologico e falso materiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento