menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in casa e nelle calli, Venezia assediata da ladri e scippatori

Aumentano le segnalazioni di effrazione in tutta l'area di via Garibaldi, mentre a San Marco e Santa Lucia i borseggi ai turisti non si fermano mai

Impennata di furti per le calli di Venezia: sole, caldo ed estate portano più turisti e alle loro spalle, come mosche col miele, seguono infatti borseggiatori e tagliaborse, ormai presenza costante tra i ponti e le fondamente del centro storico. Eppure, come riporta il Gazzettino, non sono solo i furti "con destrezza" ad essere lievitati in queste ultime settimane: dalle parti di Castello, infatti, aumentano di giorno in giorno le segnalazioni di abitazioni messe a soqquadro e saccheggiate, spesso anche per pochi spiccioli.

DENTRO CASA - Sono sempre di più infatti i casi di furto in casa nei dintorni di via Garibaldi e dei Giardini. Appartamenti colpiti molto spesso in pieno giorno, approfittando di quando i proprietari sono assenti, un po' come succede da tempo nell'entroterra. I delinquenti entrano forzando una porta o una finestra, gettano all'aria cassetti e credenze alla ricerca di un qualsiasi "bottino" e poi fuggono di nuovo in strada. Azioni fulminee e frettolose, che secondo le forze dell'ordine potrebbero indicare l'operato di bande di rom o, più presumibilmente, tossicodipendenti e piccoli criminali locali a caccia di qualche "liquido"; ben diversi, infatti, erano i colpi notturni che qualche tempo fa avevano messo in ginocchio diversi negozi della zona: in quel caso i ladri agivano solo di notte, utilizzando piedi di porco e attrezzi da scasso, e secondo la polizia con buona probabilità ad agire erano professionisti dell'est Europa. Intanto anche gli scippi continuano ad aumentare, specialmente tra la stazione di Santa Lucia e il terminal di piazzale Roma, dove è possibile scorgere sempre più spesso straniere incinte (e quindi non arrestabili) segnalare ai "colleghi" dalle mani di fata i bersagli più ghiotti. Anche in questo caso le forze dell'ordine consigliano di mantenere alta la guardia, ma pare che arginare il fenomeno sia come svuotare il mare con un secchio: solo nella mattinata di venerdì il punto interforze dell'area marciana ha ricevuto otto segnalazioni di borseggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento