Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Picchia la moglie, poi aggredisce i carabinieri. In casa anche i due figli minorenni

È successo ieri sera a Ceggia, attorno alle 21.30. A lanciare l'allarme alle forze dell'ordine sono stati i vicini di casa, allarmati dalle ulra che provenivano dall'appartamento

Prima litiga con la moglie finendo per colpirla più volte alla testa, poi aggredisce i carabinieri intervenuti sul posto, strappando parte della divisa a uno dei due. Per N.P., cittadino romeno di 35 anni incensurato, la serata di ieri è finita con le manette strette ai polsi per resistenza a pubblico ufficiale.

Picchia la moglie e aggredisce i carabinieri

A segnalare al 112 le urla provenienti dall'appartamento, attorno alle 21.30, sono stati i condòmini allarmati. Quando i militari del Nor di San Donà di Piave sono giunti sul posto, a Ceggia, la donna ha cominciato a raccontare delle percosse alla testa e in altre parti del corpo, prima che intervenisse il marito, evidentemente su di giri per l'abuso di alcol, che prima ha urlato contro ai carabinieri, poi ha cercato di allontanarli dall'appartamento con la violenza fisica.

Poco è importato al 35enne di trovarsi di fronte a dei pubblici ufficiali, gli si è scagliato contro strappando anche parte della divisa a uno dei due. Dopo averlo neutralizzato, il violento è stato ammanettato e portato in caserma per le formalità di rito, mentre la donna è stata soccorsa dai sanitari del Suem 118, che l'hanno portata all'ospedale di San Donà di Piave dove i sanitari hanno rilevato "abrasioni multiple" guaribili in sei giorni.

All'interno dell'abitazione, durante il litigio e l'aggressione, erano presenti anche i due figli minori della coppia, nonché il padre della donna. L'uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, ma l'autorità giudiziaria si è riservata la facoltà di valutare la "sussistenza di reato per violenze domestiche". Il pm di turno ha disposto quindi che fosse trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma dei carabinieri di San Donà, in attesa della direttissima di questa mattina. Nel corso dell'udienza il giudice ha convalidato l'arresto, condannando l'uomo a 3 mesi di reclusione con pena sospesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie, poi aggredisce i carabinieri. In casa anche i due figli minorenni

VeneziaToday è in caricamento