Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Il matrimonio è un inferno. Violenze sessuali e percosse alla moglie per decenni: in carcere

I carabinieri di Mira hanno arrestato, su disposizione del gip del tribunale di Venezia, un 51enne di origini marocchine

Sin dai primi giorni di matrimonio aveva reso la vita della moglie un inferno, tra minacce, percosse e violenze sessuali. Per questo, nel pomeriggio di ieri, i carabinieri della tenenza di Mira hanno arrestato, su disposizione del gip del tribunale di Venezia, un 51enne di origine marocchine.

Violenze sulla moglie per decenni

I militari dell'Arma erano intervenuti più volte nell'abitazione, a seguito di segnalazioni da parte dei vicini, ma la donna non aveva mai avuto il coraggio di denunciare la condizione di assoggettamento a cui era sottoposta, probabilmente temendo per la propria vita. Le testimonianze di conoscenti e parenti, tuttavia, hanno restituito «un quadro agghiacciante di violenza domestica continua e svalutazione di ogni dignità umana». Uno scenario silenzioso dal quale la vittima degli abusi non aveva le forze per uscire.

La donna veniva violentata e poi minacciata dal marito di non azzardarsi a sporgere denuncia o andare all'ospedale. A questo si aggiungevano le percorsse e gli insulti, all'ordine del giorno. Sulla base del quadro ricostruito dalle forze dell'ordine, il giudice ha disposto il provvedimento restrittivo a carico dell'uomo, che ieri è stato portato dai militari di Mira al carcere Santa Maria Maggiore di Venezia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il matrimonio è un inferno. Violenze sessuali e percosse alla moglie per decenni: in carcere

VeneziaToday è in caricamento