menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco Brugnaro al braccio destro di Putin: "faremo una conferenza di pace a Venezia"

Il sindaco ha incontrato i vertici della cultura russa. Avrebbe lasciato anche un messaggio indirizzato direttamente al presidente russo

L'idea l'aveva lanciata già all'indomani della terribile strage terroristica di Parigi: "Venezia deve diventare un ponte di pace!". Ora il sindaco Luigi Brugnaro, al termine del vertice con il ministro della cultura russo e il direttore del museo di San Pietroburgo, ha annunciato l’intenzione di rilanciare anche i rapporti artistici tra la laguna e il museo russo, uno dei più importanti del mondo. Come riporta La Nuova Venezia, Brugnaro sarebbe entusiasta dell'idea di vedere Venezia come un "ponte di pace tra culture e religioni diverse".

Il sindaco inoltre, durante l'incontro, si sarebbe allargato anche nell'annunciare che l'Italia si impegnerà a togliere l'embargo alla Russia. Al rappresentante speciale del presidente Putin, Mikhail Shvydkoy Brugnaro avrebbe consegnato un messaggio particolare per il presidente russo, invitandolo a Venezia per la conferenza di pace che intende organizzare a palazzo Ducale in primavera.

Il sindaco ammette d'aver ricevuto segnali molto positivi ed il suo sogno di trasformare la città lagunare in capitale della pace ora gli sembrerebbe ancora più vicino. Brugnaro come sempre c'ha messo la faccia e sa che su questo tema si giocherà una partita importante. Se veramente il sindaco riuscisse a trasformare in pratica ciò che disse all'indomani della morte della giovane veneziana Valeria Solesin a Parigi, la credibilità di tutta la città tornerebbe a crescere dopo gli scandali che l'hanno colpita nel recente passato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento