rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Brugnaro a carte scoperte: "Vendo Quadrante di Tessera per costruire il nuovo stadio"

Ad occuparsi della realizzazione privati. In questo modo il sindaco permetterebbe alla città di avere il suo nuovo impianto, ripianando anche i debiti contratti dal Casinò di Venezia

Vendere i terreni del Quadrante di Tessera per fare cassa e dotare Venezia di un nuovo stadio. La conferma arriva direttamente dal sindaco della città lagunare, Luigi Brugnaro, intervistato nel pomeriggio di mercoledì dal gruppo "Lo Schitto" con una diretta facebook sulla propria pagine ufficiale.

"Un'area che può diventare di sviluppo per la città". La rivelazione è stata che ci sono trattative in atto per vendere ai privati (leggasi al presidente del Calcio Venezia, Joe Tacopina) il terreno di proprietà dell'immobiliare del Casinò, per costruire in nuovo stadio, oltre ad un centro commerciale e ai necessari parcheggi. Insomma, l'idea che già a suo tempo ebbe Maurizio Zamparini (e che fu bocciata dall'allora sindaco Maurizio Cacciari), ossia che lo stadio potesse essere costruito direttamente da privati, ora potrebbe vedere la luce. Una trattiva oramai alla luce del sole, e quindi reale. Con l'annuncio arrivato in diretta facebook.

Brugnaro, vendendo i terreni, spera di fare cassa e ripianare i debiti del Casinò: un tempo il loro valore era di 100 milioni di euro, ora arrivano a mala pena a 45. Tacopina, in questo modo, avrebbe il "materiale" su cui lavorare per realizzare finalmente lo stadio nuovo, quello che alla Gazzetta dello Sport aveva preannunciato dovesse avere una intera copertura realizzata con il vetro di Murano. Fantasia o realtà, fatto sta che ora le carte sono scoperte, e non resta che attendere gli sviluppi della questione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brugnaro a carte scoperte: "Vendo Quadrante di Tessera per costruire il nuovo stadio"

VeneziaToday è in caricamento