Mobilità

Scuole, contributi per gli abbonamenti di viaggio: come fare richiesta

L'iniziativa della Città metropolitana si rivolge agli istituti superiori che hanno partecipato al progetto "Moves"

La Città metropolitana mette a disposizione un pacchetto di buoni mobilità per sostenere studenti e personale scolastico nell'acquisto di abbonamenti annuali di viaggio. Il contributo è rivolto a una serie di scuole superiori del territorio. Può arrivare al 50% del costo dell'abbonamento, fino a un importo massimo di 100 euro a persona, ed è valido sia per il trasporto pubblico locale che per quello ferroviario. Possono usufruirne, oltre agli studenti, anche docenti e personale Ata. Per averne diritto, l'Isee familiare deve essere inferiore a 35mila euro.

L'iniziativa riguarda alcuni specifici istituti secondari di secondo grado, ovvero quelli che hanno aderito al progetto "Moves" finanziato dal ministero dell'ambiente e della Città metropolitana: 8 Marzo-Lorenz, Levi-Ponti, Majorana-Corner (Mirano); Cestari-Righi (Chioggia); Galilei, Volterra, Alberti, Scarpa-Mattei (San Donà, incluse le sedi di San Stino e Fossalta); Morin, Pacinotti, Stefanini, Gritti, Bruno-Franchetti (Mestre); Belli, Da Vinci e Luzzatto (Portogruaro); Ipsoa Cornaro (Jesolo), Galilei e Lazzari (Dolo), Guggenheim (Venezia). Il fondo è proporzionalmente suddiviso in base alla popolazione scolastica, inclusi docenti e collaboratori, per un totale di circa 194mila euro.

Per richiedere il buono mobilità è necessario presentare richiesta, da venerdì 1 settembre a venerdì 20 ottobre 2023, tramite l'apposito portale online (https://buonimobilita.cittametropolitana.ve.it). Le graduatorie saranno pubblicate entro il 31 ottobre 2023, il contributo sarà liquidato due mesi più tardi tramite bonifico bancario. Ulteriori informazioni sulla pagina dedicata della Città metropolitana.

L'iniziativa, come ricorda il consigliere metropolitano Paolino d'Anna, vuole «sostenere la mobilità sostenibile degli studenti ma anche, e soprattutto, del personale docente e scolastico. Un input che arriva direttamente dal sindaco Luigi Brugnaro e riguardo al quale i nostri uffici rivolgono un impegno costante legato non solo al trasporto su gomma e rotaia ma anche a quello ciclabile, spesso utilizzato dagli studenti, soprattutto per i percorsi brevi. Ringrazio gli istituti che promuovono questo principio di mobilità sostenibile e che permettono, anche grazie al bando Moves, di usufruire di sconti sugli abbonamenti del trasporto pubblico».

Il fondo andrà proporzionalmente suddiviso tra gli istituti in base alla popolazione scolastica e, per ciascuno, tra i beneficiari in base alle seguenti percentuali: 85% popolazione studentesca, 15% personale docente e personale Ata. Nel caso in cui non si raggiunga una delle percentuali sopra riportate, gli incentivi verranno attribuiti all’altra categoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, contributi per gli abbonamenti di viaggio: come fare richiesta
VeneziaToday è in caricamento