menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buranelle, ricerche nel campeggio militare di Cavallino-Treporti

Lunedì mattina squadre speciali al lavoro sul luogo indicato da un testimone dove potrebbero trovarsi i corpi di Paola Costantini e Rosalia Molin

L'impressione è che le ricerche delle "buranelle" Paola Costantini e Rosalia Molin, le due ragazze scomparse più di due decenni fa durante una serata trascorsa a Cavallino-Treporti, stiano vivendo un nuovo capitolo. Impossibile per ora capire se quest'ultimo possa rivelarsi decisivo o meno.

Fatto sta che le due donne, zia e nipote, dal 1991 non hanno più lasciato alcuna traccia di sé. Svanite nel nulla dall'isola di Burano dove risiedevano. Lunedì mattina i mezzi specializzati (con anche cani addestrati) sono entrati nell'ex campeggio militare di Cavallino-Treporti dove due testimoni (in tempi diversi) hanno indicato che potrebbero trovarsi i cadaveri delle buranelle.

Gli omicidi al culmine di una presunta aggressione a sfondo sessuale da parte di un gruppetto di quattro persone. Secondo l'ultima "gola profonda" a un certo punto sarebbe partito uno sparo per errore. Che avrebbe ucciso una delle due donne scomparse. L'altra sarebbe quindi stata freddata pochi istanti dopo. Aveva visto troppo. I loro corpi, sempre secondo questo teste che avrebbe parlato alla Procura di Napoli, sarebbero quindi stati sotterrati nell'ex campeggio militare. Proprio dove ora si concentrano le ricerche degli inquirenti. Che si avvalgono degli strumenti più sofisticati a disposizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento