Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Decine di bus scolastici in fila al quartiere Pertini: «Traffico e smog. Veniamoci incontro»

Il presidente del Comitato Giorgio Rocelli: «Contenti per la ripresa delle scuole, ma chiedo venga fatto ordine. D'accordo salvare centinaia di studenti, ma non possono morire migliaia di abitanti»

 

Decine di autobus, 30-35, in fila in via Camporese al quartiere Pertini di Mestre da una settimana, ogni giorno ormai, dalla ripresa parziale della frequenza scolastica delle scuole superiori al 50% in presenza del primo febbraio. Per i residenti i disagi sono aumentati, ha segnalato il presidente del quartiere Giorgio Rocelli dopo aver ricevuto decine di segnalazioni.

Tutti i mezzi privati adottati hanno trovato posto ai lati delle carreggiate di via Camporese, sia per accompagnare che per portare e prelevare i ragazzi all'ingresso secondario degli istituti. Ma questo ha causato un traffico che non si era mai visto nel quartiere e tanto allarme dei residenti per lo smog, viste le file di mezzi che si muovono a passo d'uomo per disporsi nelle vicinanze al mattino e poi ad ora di pranzo. «Inquinano e mettono in pericolo il quartiere», scrive Rocelli, che si è messo in contatto con il Comune per avere risposte. «Dal Famila in poi è tutta una coda - conclude Rocelli - Il fatto è che ci sono anche pochissimi studenti a bordo dei mezzi talvolta. Occorre fare ordine. Siamo straconvinti che servano i mezzi. Ma non possiamo lasciare i bus con i motori accesi: salviamo centinaia di studenti ma uccidiamo migliaia di residenti».

WhatsApp Image 2021-02-04 at 14.23.09-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento