menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caccia in oasi protetta, si camuffa tra gli alberi: sanzionato

L'uomo, avvistato dalla polizia provinciale alla canaletta del Cornione nella zona di Campagna Lupia, ha tentato prima di confondersi tra la vegetazione e poi di darsi alla fuga: è stato fermato

E’ stato sorpreso a cacciare in un’oasi protetta alla canaletta del Cornione nel comune di Campagna Lupia e, vistosi scoperto dalla polizia provinciale, ha cercato prima di nascondersi e poi di darsi alla fuga.

CACCIA DOVE E' VIETATO, SANZIONATO

SCOPERTO. Dopo aver oltrepassato per circa 100 metri un appostamento di caccia, gli agenti hanno notato un cacciatore in azione all’interno dell’oasi di protezione “Valle Averto”. L’uomo era rivolto verso il lago dell’oasi e, vistosi scoperto, prima ha tentato di nascondersi tra la vegetazione, camuffandosi, e poi, sperando di seminare gli agenti, di darsi alla fuga. Tutto inutile, visto che è stato fermato poco dopo. Il cacciatore non aveva più con sé le armi, un fucile calibro 12, una cartucciera in tessuto con 13 cartucce calibro 12, e un bossolo calibro 12 dello stesso tipo appena sparato, perché le aveva abbandonate lungo il percorso. Al cacciatore è stato sanzionato per "esercizio di attività venatoria in oasi di protezione". Il fucile e le munizioni sono state sequestrate e messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Venezia.

 
PRESIDENTE ZACCARIOTTO. La Presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto ha dichiarato: “Non posso che nuovamente ringraziare i nostri agenti che presidiano senza sosta il territorio veneziano per tutelare sia l’ambiente sia gli stessi cittadini che praticano la caccia nel pieno rispetto delle norme e dei regolamenti a favore degli equilibri dell’ecosistema”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento