rotate-mobile
Cronaca

Liberalizzazioni, la rabbia dei tassisti si abbatte su Cacciari

L'ex sindaco venerdì sera a Genova ha incrociato una manifestazione contro le liberalizzazioni del governo. Alcune persone lo hanno riconosciuto, circondato e spintonato

Nel mirino delle proteste dei tassisti contro le liberalizzazioni è finito anche l'ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari. Alcuni manifestanti, venerdì sera, dopo una giornata di presidio in attesa delle decisioni del governo, hanno riconosciuto il professore mentre tornava in albergo dopo essere intervenuto a una conferenza.


Un gruppetto di tassisti lo ha accerchiato accusandolo, in quanto ex esponente del Pd, delle liberalizzazioni varate dall'esecutivo Monti. Sono volati spintoni ed epiteti poco eleganti. Il filosofo è riuscito a rifugiarsi all'interno dell'Hotel Bristol grazie al provvidenziale intervendo degli agenti della polizia municipale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberalizzazioni, la rabbia dei tassisti si abbatte su Cacciari

VeneziaToday è in caricamento