menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cacciatore sbaglia mira: i pallini finiscono dritti contro un'abitazione a Martellago

Gli inquilini nella tarda mattinata di sabato hanno chiesto l'intervento dei carabinieri. Chi ha sparato è stato sanzionato. La legge impone di stare a più di 100 metri dalle case

Si è avvicinato troppo alle abitazioni e per questo motivo è stato sanzionato amministrativamente. Un cacciatore nella tarda mattinata di sabato è finito nei guai per aver "sbagliato mira", tanto che alcuni pallini hanno raggiunto un'abitazione situata nel territorio di Martellago, in via Morosini. Di più. Alcuni di essi sarebbero penetrati da una finestra all'interno della camera da letto dei 2 figli piccoli dei proprietari dello stabile. Ce n'era abbastanza per chiamare i carabinieri e chiedere di identificare l'intruso. Nessuno si è fatto male per fortuna, ma la legge impone ai cacciatori di operare a una distanza superiore ai 100 metri dalle abitazioni. Per questo motivo i militari dell'Arma hanno identificato il cacciatore, che aveva parcheggiato poco distante e, al termine degli accertamenti, l'hanno sanzionato. Si tratterebbe di un uomo sui 65 anni. 

Non il primo caso del genere 

Una storia simile si era verificata poche settimane fa in via Contea, quando un 67enne venne colpito all'addome da un pallino mentre si trovava nel cortile di casa. Riportò traumi guaribili in 5 giorni di prognosi, niente di grave, ma anche in quel caso il cacciatore, che aveva puntato con ogni probabilità a un fagiano, venne sanzionato con 206 euro. Si tratta di un 59enne di Moniego di Noale che non venne denunciato dal ferito. L'episodio, che fa il paio con quello di sabato, aveva portato a diverse lamentele da parte dei residenti nei confronti di presunte libertà eccessive che si prendono i cacciatori nel territorio del Miranese e della Riviera del Brenta. Il caso di Martellago che si è verificato sabato è stato confermato dal Comando dei carabinieri della compagnia di Mestre.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento