Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Sant'Elena

Cadavere di avvocato in laguna: forse annegato dopo una caduta

Il corpo di un avvocato, Andrea Terribile, è stato ritrovato nelle acque della laguna, nei pressi del pontile dei vaporetti. Si pensa che l'uomo si caduto accidentalmente e che sia annegato perché non sapeva nuotare

I Vigili del fuoco di Venezia, martedì, hanno recuperato il cadavere di un uomo nelle acque della laguna. Si tratta dell'avvocato Andrea Terribile, 44 anni residente a Padova.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di San Zaccaria e il nucleo natanti del Comando provinciale di Venezia. L'ipotesi più accreditata è che Terribile sia caduto accidentalemente in acqua e che, non sapendo nuotare, sia annegato. Esclusa l'opzione del furto o della rapina: l'avvocato non aveva con sé denaro, né carte di credito.

Secondo quanto riferito dai familiari, Terribile aveva preso in affitto una casa al Lido di Venezia. Gli inquirenti presumono che il legale si fosse recato in zona Sant'Elena per una passeggiata e che stesse facendo ritorno al Lido, tra le 20.30 e le 22, quando è accaduta la digrazia.

Il corpo di Terribile è stato notato da un brigadiere dell'Arma fuori servizio, nei pressi del pontile dei vaporetti Actv. Per fugare ogni dubbio, il pm Gabrizio Celenza ha comunque disposto l'autopsia che sarà eseguita oggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere di avvocato in laguna: forse annegato dopo una caduta

VeneziaToday è in caricamento