menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orrore a Cannaregio, dal rio emerge il cadavere di una donna

Una commerciante 66enne di Udine venerdì mattina è stata trovata senza vita vicino ai Tre Archi. Con ogni probabilità si tratta di suicidio

All'inizio chi aveva visto quel corpo galleggiare a pelo d'acqua non aveva capito che si trattava di un cadavere. Poi la consapevolezza di trovarsi di fronte a una tragedia ha preso il sopravvento. La salma di una donna, infatti, un quarto d'ora prima delle 8 di venerdì è emersa da un rio vicino al canale di Cannaregio. Sul posto per i rilievi i carabinieri della compagnia di Venezia.

Lo stato di decomposizione del corpo porterebbe a ritenere che la donna, una commerciante udinese di 66 anni titolare di un negozio di tessuti, si sia gettata in acqua non più della sera prima. A quanto pare, infatti, ci si troverebbe di fronte a un estremo gesto compiuto per motivi forse di tipo economico. L'attività della vittima a quanto pare recentemente non navigava in acque serene.

Per far luce sulla vicenda, però, e soprattutto per fugare ogni dubbio sul fatto che la morte sia stata dovuta a qualche altra causa, il magistrato di turno ha disposto l'autopsia. Su una panchina vicino al punto dove presumibilmente la vittima si è lasciata andare una borsetta con all'interno gli effetti personali della signora. Le indagini in ogni caso continuano per ora a 360 gradi per cercare di stabilire con esattezza la dinamica di quanto accaduto, anche se da un primo esame esterno della salma non sarebbero stati riscontrati segni di violenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento