menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affiora il cadavere di un uomo dall'acqua: è giallo a Porto Marghera

Recuperato stamattina, alle ore 8, dalla capitaneria di porto veneziana, davanti al molo B 21 di Porto Marghera, il corpo era in pessime condizioni, rendendo impossibile il riconoscimento

Questa mattina, attorno alle 8, la guardia costiera della capitaneria di porto di Venezia ha recuperato in acqua il corpo galleggiante di un uomo, in avanzato stato di decomposizione.

 

La segnalazione alla sala operativa del IX Maritime Rescue Sub Center della guardia costiera di Venezia è avvenuta in seguito all’avvistamento da parte di uno degli ormeggiatori in servizio nell’area di Marghera. Inviata sul posto immediatamente la motovedetta Cp 833.

 

Il ritrovamento è avvenuto nello specchio d'acqua davanti al molo B 21 di Porto Marghera. Non è al momento nota l’identità del cadavere, vista l’assenza di documenti e visto il pessimo stato di conservazione, causato dalla lunga permanenza in mare. Incognita anche sulla dinamica e sulle cause che hanno portato al decesso. Le uniche certezze sembrano essere il sesso maschile e l’età media dell’uomo.

 

L'autorità giudiziaria competente ha, quindi, autorizzato il trasporto della salma all'obitorio di Venezia per l'autopsia. Dopo aver disposto il recupero del corpo, la Capitaneria di porto di Venezia sta proseguendo le indagini, con il supporto della polizia di frontiera.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento