Cali continui di corrente, centralino dei vigili del fuoco tempestato di chiamate nella notte

Molte le telefonate di cittadini a corto di elettricità. I cali di tensione si sono verificati a macchia di leopardo nella provincia forse a causa di un sovraccarico. Preoccupazione per gli anziani

Famiglie con parenti anziani o figli piccoli, rimaste per ore senza corrente elettrica, hanno preso d'assalto il centralino dei vigili del fuoco venerdì e la notte scorsa in tutta la provincia. I cali di corrente, probabilmente dovuti a un sovraccarico per forte utilizzo hanno interessato il territorio a macchia di leopardo, secondo quanto riferito dagli operatori del 115. Non si sono verificate emergenze che hanno richiesto l'intervento diretto dei pompieri, e nella maggior parte dei casi gli operatori hanno confermato la probabile riduzione di tensione per eccessivo carico, di competenza però delle società di fornitura di energia elettrica. Molta la preoccupazione nella notte specie nei nuclei con persone molto anziane o bambini molto piccoli, molto più sensibili al caldo record di questi giorni. I disservizi si sarebbero verificati soprattutto nel territorio di Venezia, a Lido e a Mestre. I vigili del fuoco citano fra le richieste d'aiuto ricevute, quella di una famiglia con un'anziano in casa di 101 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento