menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ora legale, il cambio tra sabato 28 e domenica 29 marzo 2015

Occhio all'orologio: alle 2 le lancette vanno spostate in avanti, si dorme un'ora in meno. Da domenica le giornate sono più lunghe, fino a ottobre

Per molti è questo il momento che sancisce definitivamente l'inizio della primavera: perché il passaggio dall'ora solare all'ora legale permette di guadagnare un'ora di luce in più, con le giornate che si allungano improvvisamente e il sole che tramonta più tardi.

Le lancette vanno spostate di un'ora in avanti nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo. Il passaggio va fatto quando l'orologio segna le due, portandolo quindi in avanti di 60 minuti, sulle 3: questo significa, naturalmente, che si dorme un'ora in meno. Il cambio è fatto nel bel mezzo della notte, in modo da non creare disagi nei trasporti e nei servizi o confusione nelle attività vicine alla mezzanotte. Il "nuovo" orario resta in vigore fino al prossimo ottobre, quando si eseguirà il processo inverso e le giornate torneranno ad accorciarsi.

Va ricordato che cellulari, tablet, computer e, più in generale, tutti i tipi di timer, calendario o orologio collegati ad internet si sistemeranno da sé. L'Italia istituì l'ora legale nel 1920, confermandola, dopo lo stop dovuto alla guerra, negli anni Sessanta. Dagli anni Duemila il periodo è uniformato a quello degli altri Paesi dell'Unione Europea. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento