menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camionista sorpreso con documenti falsi tampona l'auto della polizia locale a Mira

E' successo lunedì mattina. Un cittadino serbo è stato sanzionato con poco più di 4mila euro. Per lui anche una denuncia e il fermo amministrativo del veicolo. Poi l'incidente imprevisto

Non solo aveva documenti falsi, ma per errore dopo essere stato sanzionato e denunciato ha anche tamponato l'auto della polizia locale che l'aveva appena bloccato per controlli. E' successo lunedì mattina sulla strada statale Romea, nel territorio di Mira. Più o meno alla stessa altezza di quando gli agenti sorpresero un automobilista dopo un sorpasso azzardato con uno spinello in mano durante la guida. Per l'esattezza al chilometro 119 in direzione Ravenna.

Stavolta a finire nei guai è stato un camionista di nazionalità serba che ha cercato di mantenersi il più tranquillo possibile nel momento in cui gli è stato intimato l'Alt. Il tentativo di evitare guai però è subito naufragato: la documentazione che aveva a disposizione per la circolazione di veicoli extracomunitari in Italia è risultata fasulla. Ci saranno ulteriori accertamenti sulla vicenda, fatto sta che al camionista è stata comminata una multa di poco più di 4mila euro (4.130 per la precisione), mentre l'autoarticolato, che trasportava materiale per imballaggi, è stato sottoposto a fermo amministrativo per 3 mesi. Si sono aggiunte poi altre sanzioni, per circa 150 euro complessivi, per irregolarità dei dispositivi di equipaggiamento.

Per il cittadino serbo inevitabile anche una segnalazione alla magistratura per possesso di documenti presumibilmente falsi. Con in più anche il fuori programma di una ripartenza "sfortunata": il conducente avrebbe calcolato male gli spazi a disposizione, urtando l'auto della polizia locale nella parte posteriore.


“Questa è un’altra ottima notizia che arriva dalla polizia locale – commenta il sindaco Alvise Maniero -. Ringraziamo gli agenti per la loro dedizione e notiamo pure i benefici della nuova forma organizzativa che permette di dare ulteriori benefici ai cittadini in termini di aumento della sicurezza. Questa è anche una bella risposta a quei consiglieri d’opposizione che continuano a promuovere commissioni sull’attività della polizia locale, invocando il caro vecchio vigile che ci aiuta ad attraversare la strada ma sminuendo invece la preziosa attività che gli agenti svolgono nel controllo dei traffici irregolari, nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e nella prevenzione di ogni altra forma di criminalità. Quel loro concetto – conclude il sindaco – è vecchio da tempo. Ora, in termini di sicurezza, i cittadini chiedono di più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento