menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quando il falso "uccide lo stile": i manifesti stampati sui masegni

Ideati dagli studenti di Ca' Foscari, raffigurano la scena di un crimine, con tanto di sagoma di cadavere disegnata a grandezza naturale e a fianco una borsa

Prosegue la campagna anticontraffazione, promossa dalla Prefettura di Venezia, in collaborazione con il Comune di Venezia. Da oggi, infatti, nei luoghi più frequentati del centro storico veneziano sono stati collocati i manifesti contro il commercio abusivo all'insegna dello slogan: "Fakes kill your style. Don't buy fakes" (Non uccidere il tuo stile. Non comprare contraffatto).

Ideati dagli studenti universitari del Dipartimento di Management di Ca' Foscari e raffiguranti la scena di un crimine, con tanto di sagoma di un cadavere disegnata a grandezza naturale e a fianco una borsa da donna, i manifesti sono stati posizionati sul piazzale della stazione ferroviaria, nei campi San Bartolomeo, Frari, Santo Stefano, Santa Maria Formosa, in riva degli Schiavoni, vicino alla chiesa di San Simeone piccolo, al ponte delle Guglie e in prossimità del ponte della Costituzione a piazzale Roma e nei principali imbarcaderi. A cura poi del Servizio comunale Tutela della Città sono in distribuzione locandine in tutto il territorio comunale.

Per maggiori informazioni è stata creata una sezione in italiano www.comune.venezia.it/contraffazione e una inglese www.comune.venezia.it/counterfeiting che verranno costantemente implementate

0804contraffazione-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento