menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non fatevi influenzare", i primari Ulss 12 danno il via alla campagna per le vaccinazioni

Gli operatori della sanità sono i primi a sottoporsi, giovedì 27 ottobre in piazza Ferretto a Mestre un incontro di approfondimento. Venerdì invece un convegno su voga e salute

Riuniti sotto lo slogan “Non farti influenzare!”: in questo modo i primari dell’ospedale dell’Angelo, insieme al direttore Giuseppe Dal Ben, hanno voluto testimoniare il loro appello alla vaccinazione. “La campagna di vaccinazione antinfluenzale prende il suo avvio nell’Ulss 12 la prossima settimana – ha spiegato Dal Ben – e tra le categorie per cui è fortemente consigliata ci sono gli operatori della sanità. Vaccinandosi si proteggono dall’influenza, garantiscono gli utenti con cui entrano in contatto nelle strutture sanitarie, e danno l'esempio per una buona pratica di salute”.

Seguendo l’esempio dei primari – molti dei quali hanno colto l’occasione della “foto di gruppo” per vaccinarsi nell’attiguo ambulatorio – sono invitati ad aderire alla campagna, rivolgendosi al proprio medico, gli anziani over 65 anni e tutti coloro che per patologie e condizioni di salute sono particolarmente a rischio.

Sullo stesso argomento va in scena (giovedì 27 ottobre dalle 18.15, galleria San Lorenzo, piazza Ferretto, Mestre) un incontro che tratta di bufale online, speculazioni e verità scientifiche sul tema. "Vaccinarsi salva la vita - comunica l'Ulss 12 - Checché ne dicano gli artefici di una intensa campagna avversa, i vantaggi della vaccinazione, da quella pediatrica a quella in età adulta, sono infinitamente maggiori rispetto ai rischi. Difendere e diffondere la cultura della vaccinazione è il solo modo per evitare che tornino a dilagare malattie gravi, che avevamo sconfitto proprio con i vaccini".

Nel corso dell'incontro gli esperti dell’Ulss 12 veneziana e l’ordine dei medici di Venezia presentano i dati, fanno il punto sulle azioni possibili e rispondono alle domande dei cittadini sul tema: al tavolo dei relatori Luca Sbrogiò, Marco Flora e Vittorio Selle, medici del dipartimento di prevenzione dell’Ulss 12, con Giovanni Leoni ed Ornella Mancin, dell’ordine dei medici di Venezia.

SPORT E SALUTE. L'azienda sanitaria è impegnata anche nella diffusione della cultura dello sport, attraverso un'iniziativa dedicata alla voga. Lo sport veneziano per eccellenza riunisce appassionati e medici nel segno degli stili di vita: con lo slogan “La salute vien… vogando”, medici e appassionati del remo iniziano insieme un percorso di rivalutazione della voga come strumento per la costruzione del benessere psicofisico e come declinazione tutta veneziana della ricerca di più sani stili di vita. L’appuntamento è fissato per venerdì 28 ottobre, alle 17, nella Sala San Leonardo. Lo organizza il “Gruppo Sportivo Artigiani-Venezia”, storica remiera che ha tra i suoi soci molti medici, e che grazie alla disponibilità di questi soci-medici ha deciso di proporre agli iscritti e alla cittadinanza una serie di riflessioni e testimonianze in cui si affronteranno diversi temi legati alla salute, e alla prevenzione realizzata attraverso la voga.

Durante l’incontro intitolato “La voga come strumento di benessere psicofisico” il pubblico sarà informato sui temi della salute proprio partendo dal benessere che consegue alla pratica della voga: l’esercizio fisico e il contatto immediato con la natura e le bellezze della nostra laguna, trasformano la voga in uno straordinario strumento per il benessere psicofisico, e la pratica della voga fa bene durante tutto l’arco della vita. Si tratterà inoltre dell’utilità della voga anche nella riabilitazione cardiologica e in quella post operatoria, nel caso di chirurgia al seno. All’incontro saranno presenti il direttore Dal Ben, il presidente dell’ordine dei medici Giovanni Leoni, l’assessore alla Sanità del Comune di Venezia Simone Venturini con il delegato alla Voga e alle tradizioni del Comune di Venezia, Giovanni Giusto. Saranno presenti anche le Pink Lioness in Venice, vere leonesse a bordo del loro dragon boat ma soprattutto nella vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento