Camper controllato: 6 bimbi e la madre a bordo con 7 anni di reclusione da scontare

È accaduto mercoledì a Caorle, dopo segnalazioni della presenza del mezzo in zona con persone senza fissa dimora all'interno. In carcere la nomade di nazionalità croata

Una donna incinta senza documenti, i suoi sei bambini dai 2 agli 11 anni e il conducente, privo di patente, genitore dei piccoli. Sono le persone trovate dai carabinieri a Caorle, mercoledì, a bordo di un camper fermato per un controllo, a seguito delle segnalazioni giunte ai militari dell'Arma, della presenza in zona del mezzo con persone senza fissa dimora a bordo. 

La madre dei bambini

Nel pomeriggio una gazzella del locale Nucleo Radiomobile, transitando sulla strada provinciale 70 del comune di Caorle, a pochi chilometri dalla spiaggia della “Brussa”, ha incrociato il veicolo con alla guida L.K., 21enne di origine croata. L'uomo ha detto ai carabinieri che non c'erano altri adulti nel mezzo, ma la presenza nell’abitacolo di vestiti e monili da donna, appena smessi, ha fatto pensare il contrario ai militari. 

Identificazione

Infatti, rovistando nella mansarda adibita a letto matrimoniale, avvolta dalle coperte, è stata scoperta una donna in evidente stato di gravidanza e priva di documenti, che i carabinieri hanno accompagnato in caserma, insieme al resto della famiglia, al fine di identificare con certezza la donna. Dalle operazioni di fotosegnalamento dattiloscopico la persona è risultata essere una trentenne originaria di Zagabria, senza fissa dimora. 

I precedenti

Attraverso la banca dati i militari hanno scoperto che a suo carico il Tribunale di Milano aveva emesso una misura di restrizione della libertà, corrispondente a 7 anni e 9 mesi di reclusione, derivanti dal cumulo delle condanne comminatele dal 2013 per numerosi furti (oltre trenta episodi) in abitazione, su auto in sosta, e furti con destrezza commessi a Milano, Padova, Reggio Emilia, Vicenza, Macerata, Ancona, Roma, Modena, Savona, Alessandria ed altre località italiane.

Per la 30enne si sono aperte le porte del carcere a Trieste, in attesa di verifcare se lo stato di detenzione sia o meno compatibile con il fatto di essere incinta. Il camper è stato parcheggiato in zona idonea, in attesa dell’arrivo di un parente del conducente, in possesso di regolare patente di guida, per movimentarlo. I bambini rimarranno con il padre che si farà aiutare da alcuni parenti per accudirli.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento