menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento della polizia locale

L'intervento della polizia locale

Un agente morso alla mano da un Rottweiler

È successo ieri pomeriggio a Mira, lungo via Nazionale. Non è stato semplice tranquillizzare il cane, che era disorientato e probabilmente dolorante

Un cane in difficoltà è stato soccorso nel tardo pomeriggio di giovedì a Mira e, probabilmente a causa del suo stato di choc e di sofferenza, ha morso un agente della polizia locale: il vigile si è ritrovato con un dito ferito e sanguinante, per cui è stato curato al pronto soccorso di Dolo. Il taglio, fortunatamente, è relativamente lieve e il giovane è stato dimesso poco dopo con 10 giorni di prognosi.

Tutto era iniziato poco prima. Il cane, un grosso esemplare di Rottweiler, stava vagando senza controllo lungo la trafficata via Nazionale. A un certo punto, secondo alcuni testimoni, sarebbe stato colpito da un'automobile. L'urto non è stato mortale ma l'animale era dolorante, ancor più spaventato e disorientato, e si muoveva pericolosamente tra le macchine e le persone presenti.

Il fatto è stato segnalato alla polizia locale, che è arrivata sul posto, circa all'altezza della pizzeria Il Galeone: è a quel punto che uno degli agenti, nel tentativo di calmare e spostare il cane, è stato morso. L'uomo indossava dei guanti antitaglio, che hanno limitato i danni. Nel frattempo è stato allertato anche il servizio veterinario dell’Ulss 3, oltre ai volontari dell'associazione "Amici del rifugio mamma Rosa", che si trova a Marano, a pochi chilometri di distanza. Due di loro sono riusciti, dopo vari tentativi, a fermare il cane e a metterlo in sicurezza, spostandolo dalla careggiata. Dopodiché il Rottweiler, all’arrivo del veterinario dell’Ulss, è stato sedato e trasportato in una clinica veterinaria per gli accertamenti sullo stato di salute.

138999290_1636107883246702_8840693560422984324_n-2

Sembra che, almeno per il momento, non sia stato possibile risalire al proprietario perché il chip non risulterebbe registrato correttamente all'anagrafe. «Capita spesso - dichiara Fabio Zaccarin, assessore alla Polizia locale del Comune di Mira - che tra i vari servizi le nostre pattuglie siano chiamate anche per gestire abbandoni di cani come è avvento di recente con un Pittbull in un parco. In questo caso il Rottweiller è dotato di microchip, ma pare non censito nella Regione del Veneto. Si invita la cittadinanza a fornire indicazioni sull'eventuale proprietario». A questo proposito, l’associazione Amici del rifugio Mamma Rosa consiglia di tenere sempre aggiornati i dati del microchip del proprio animale e controllare la corretta registrazione, anche perché episodi di questo tipo possono essere pericolosi sia per gli animali che per le persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento