menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrorizzato scava una galleria, servono sei ore per liberare il cane

L'intervento dei vigili del fuoco giovedì a Stra, in un cunicolo sotto un albero. Un dobermann è rimasto incastrato dopo essersi messo al riparo

Il nubifragio che si è abbattuto anche sulla Riviera del Brenta nella tarda serata di mercoledì lo ha talmente terrorizzato che in men che non si dica si è scavato un cunicolo sotto un albero per mettersi al riparo. Solo che quella tana che doveva difenderlo dalla pioggia, dal vento e dai fulmini si è rivelata una prigione per lui, un dobermann che certo non poteva pensare di diventare a causa di un intervento dei vigili del fuoco durato ben sei ore. Che si è concluso solo nel pomeriggio di giovedì.

L'animale, infatti, con le zampe aveva praticato un buco sul terreno di circa un metro e mezzo sotto alle radici di un albero in un giardino di via Riviera del Brenta a Stra. Dopodiché ha deviato verso sinistra. Mettendosi in trappola. I pompieri per riuscire a liberarlo e a mettere in sicurezza la zona sono stati costretti anche a tagliare l'albero, alto una ventina di metri. La mancanza di terreno, infatti, avrebbe potuto causarne il crollo. Solo alla fine la bestiola terrorizzata è riuscita a rivedere la luce. Ma quanta fatica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento