menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un meticcio

Un meticcio

Prende a frustate il cane in mezzo alla strada: interviene la polizia

Giovedì, una donna ha denunciato il maltrattamento di un meticcio, Laila, da parte di un 33enne marocchino in via Bacchiglione a Mestre

Non hanno potuto rimanere inermi di fronte a tanta crudeltà, le due signore che giovedì hanno assistito al terribile spettacolo di un cane preso a frustate in mezzo alla strada, in via Bacchiglione a Mestre.

Quella bestiola, Laila, un meticcio di 9 anni, gli era stata affidata dal padrone perché se ne prendesse cura mentre lui era al lavoro. Non è stato così, però, e il dog-sitter, un 33enne di origini marocchine, ha infierito invece brutalmente sul povero animale. Gli ha tolto il guinzaglio e ha iniziato a colpirlo a frustrate, tirandogli persino un calcio. Di lì si trovava a passare una donna, che, nel tentativo di difendere Laila, è stata pesantemente insultata dal giovane straniero. Un'altra signora, del posto, ha chiamato la polizia per denunciare l'episodio di violenza.

Al loro arrivo gli agenti hanno trovato il ragazzo marocchino e il cane. Dal microcip, sono riusciti a risalire al proprietario, che ha raccontato come l'animale fosse finito nelle mani del ragazzo. Nel frattempo è sopraggiunto anche un veterinario dell'Ulls 12, per accertarsi delle condizioni di Laila. Il 33enne è indagato a piede libero per maltrattamento di animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento