menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canile di San Giuliano: "Stiamo realizzando un nuovo rifugio, per il benessere dei cani"

Dopo la notizia della possibile chiusura, è arrivata la risposta del Comune. "Avviso di interesse" per incentivare l'adozione durante la predisposizione della nuova struttura

È di giovedì la notizia che il canile di San Giuliano a Mestre potrebbe presto chiudere, lasciando a destino incerto le bestiole che vi sono ospitate. A comunicarlo erano stati i volontari dell'associazione veneta zoofila, che si occupano della gestione del "Rifugio del cane di Venezia" situato all'interno del parco. Il giorno dopo, non è mancata la replica dell'Amministrazione comunale.

"Il Comune di Venezia - ha dichiarato l'assessore comunale all'Ambiente Massimiliano De Martin - si è impegnato a risolvere una situazione non più tollerabile dopo oltre 25 anni, avviando le procedure per la realizzazione di un nuovo rifugio per i cani che garantisca al meglio il benessere animale e che venga affidato a un gestore secondo le regole dell'evidenza pubblica".

Avvicinandosi la scadenza dell'affidamento ad AVZ, quindi, il dirigente preposto avrebbe pubblicato un “Avviso di interesse”, nel rispetto della L.R. 60/1993, per garantire il servizio di custodia e cura dei cani, incentivandone l'adozione durante il periodo di realizzazione della nuova struttura. Attualmente sono ospitati circa una quarantina di cani, che saranno trasferiti nella struttura che sarà identificata dalla commissione aggiudicatrice, la quale avrà il compito di valutare le offerte ritenute migliori soprattutto dal punto di vista qualitativo e del benessere animale".

"Dal 1991 - ha concluso De Martin - nessuno ha fatto nulla per il rifugio del Cane e per rispondere ad un preciso obbligo di legge. Con questa Amministrazione stiamo cercando di risolvere un altro problema ereditato dal passato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento