rotate-mobile
Cronaca Jesolo

Jesolo: cantiere vicino all'hotel, albergatore costretto a chiudere

Il caso viene sollevato da Massimiliano Schiavon, presidente degli albergatori della località marittima: "Chiedo al sindaco il motivo di questa scelta miope, noi viviamo di turismo"

Il presidente dell'Associazione Jesolana Albergatori, Massimiliano Schiavon, critica il sindaco di Jesolo, albergatore a sua volta, per "la scelta miope, e a dir la verità poco comprensibile, di aprire un cantiere edile nel mese di giugno" nei pressi dell'albergo di un collega, costretto a chiudere nel pieno della stagione.

Il problema, spiega Schiavon, "oltre all'evidente disagio di avere un cantiere in attività adiacente alla propria struttura ricettiva, sta nel fatto che la maggior parte dei tour operator inseriscono come clausola nei loro contratti di non avere cantiere adiacenti a meno di 600 metri dalla struttura".

"Il collega entro un paio di giorni chiuderà, e le riconsegnerà chiavi e licenza - spiega al sindaco il presidente degli albergatori - non dovrei essere io a ricordarle che l'unico indotto della nostra località è il turismo e che nello specifico noi albergatori rappresentiamo una delle voci di indotto più importante, e un'azione di questo tipo non può passare inosservata".


Massimiliano Schiavon chiede chiarezza sui motivi della scelta del primo cittadino: "Se il cantiere rappresentasse un'urgenza per i cittadini jesolani - continua - si potrebbe comprendere che dare l'avvio ai lavori in estate possa avere un senso logico. Spero - conclude - che lei riesca a prendere in mano la situazione e a far tornare razionalità ed equilibrio nei suoi uffici". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesolo: cantiere vicino all'hotel, albergatore costretto a chiudere

VeneziaToday è in caricamento