menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una città in costruzione: a Venezia e Mestre ci sono 97 cantieri pubblici bloccati

Sono i numeri dell'assessore all'Urbanistica, intenzionato a completare quello che c'è in sospeso prima di avviare nuovi progetti. Intanto ben vengano gli investimenti dei privati

Quasi cento opere incompiute (97 per la precisione), cantieri in mano al Comune di Venezia in cui i lavori per un motivo o per l'altro procedono a rilento. È il bilancio del censimento realizzato dall'assessore all'Urbanistica, Massimiliano De Martin, che ha tutta l'intenzione - come riporta Il Gazzettino - di puntare sul completamento dei sospesi prima di intraprendere nuovi progetti pubblici.

I cantieri sono soprattutto in terraferma (vedi ex Umberto I, museo M9, Gazzera), ma l'elenco comprende anche Pellestrina, l'Arsenale, Sacca San Mattia e molto altro. Ci sono costruzioni che avanzano, ma soprattutto "buchi" aperti, progetti partiti e poi lasciati a metà. Tanto che l'assessore, presente martedì alla conviviale del Rotary International, ha specificato che l'amministrazione intende abbandonare il sistema dei contributi pubblici destinati alle opere, puntando invece sugli investimenti dei privati.

Alcuni esempi? Ci sono 30 milioni per Tessera (dei quali più di un terzo per opere di mitigazione), i cantieri in Marittima e via Ca' Marcello, l'accordo per le bonifiche a Porto Marghera. E poi si punta ancora una volta sul turismo, che per De Martin continua a essere il motore dell'economia della città: per questo i nuovi alberghi, soprattutto se in terraferma (appunto, in via Ca' Marcello), sono i benvenuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento