menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infrange la porta a colpi d'accetta: arrestato un 40enne di Caorle

La sera del 16 luglio voleva vedere il figlio da cui era stato allontano a seguito dell'ennesima scenata di gelosia. È stato arrestato per maltrattamenti familiari

Credeva gli volessero nascondere il figlio, ed è andato in escandescenze. E’ successo il 16 luglio a Caorle, quando un 40enne avrebbe preso ad accettate la porta di casa del suocero.

Secondo la stampa locale, l’uomo non avrebbe digerito la scelta della compagna di portare al sicuro il figlio a casa del nonno, in attesa che si fossero calmate le acque dopo la sua ennesima scenata di gelosia.

La sera del 16, il 40enne, volendo passare del tempo assieme al proprio figlio, si sarebbe recato a casa del suocero. Avrebbe suonato ripetutamente il campanello, senza ricevere la benché minima risposta. Indispettito e convinto che gli volessero nascondere il figlio, ha tentato di infrangere la porta di ingresso con un accetta, ignorando che all’interno dell’abitazione non ci fosse nessuno.

Le urla insistenti dell’uomo avrebbero richiamato i residenti, che hanno prontamente contattato i carabinieri. Giunte sul posto, le forze dell’ordine, come riporta il Gazzettino, hanno bloccato l’esagitato, facendone scattare l’arresto per maltrattamenti familiari.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento