rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Nel Miranese

Pensionato aggredito dopo aver chiesto la restituzione della caparra

La vicenda risale a dicembre. L'uomo, mestrino, avrebbe riportato delle piccole lesioni. Tutto sarebbe nato da un contenzioso per un contratto non rispettato dalla ditta edile a cui aveva affidato dei lavori

Aggredito per aver chiesto di riottenere la caparra. La vicenda, riportata dall'associazione Adico, riguarda un pensionato mestrino e risale agli ultimi giorni di dicembre. All'origine dello scontro ci sarebbe un contenzioso tra l'uomo e un'impresa, con sede nel Miranese, alla quale aveva affidato lo studio di fattibilità per l'esecuzione di lavori tramite superbonus 110%: in tutto 5mila euro per due cantieri, uno a Mestre e uno a Marghera.

In base al suo racconto, il pensionato avrebbe preteso la restituzione dei soldi perché l'azienda non stava rispettando il contratto preliminare, adducendo motivazioni legate all'aumento dei costi. Fino a che, all’ennesima rimostranza espressa negli uffici della ditta, l'uomo sarebbe stato aggredito fisicamente dal proprio interlocutore, che gli avrebbe procurato alcune piccole lesioni certificate all’ospedale di Mestre.

Un episodio definito «gravissimo» dall'Adico, «specchio di una tensione sempre più preoccupante» in questo ambito: il superbonus e gli aumenti dei prezzi avrebbero innescato infatti «una miriade di contenziosi per acconti pagati dai committenti senza ricevere nulla (o quasi) dalle controparti». Tanto che, su questo fronte, l'associazione sta seguendo decine di persone in tutto il territorio veneziano. «La vicenda è emblematica - commenta il presidente Carlo Garofolini -. Noi continuiamo la nostra battaglia per ottenere indietro gli acconti versati, ma ci sono aziende che di fatto non rispondono più a nessuno».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato aggredito dopo aver chiesto la restituzione della caparra

VeneziaToday è in caricamento