rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Spinea

Cappato è indagato per aiuto al suicidio, rischia 12 anni di carcere

La procura di Milano ha iscritto nel registro degli indagati il tesoriere dell'associazione Luca Coscioni

Marco Cappato è indagato per aiuto al suicidio in merito al caso di Elena, 69enne di Spinea affetta da tumore al polmone con metastasi che ha ricevuto il suicidio assistito in Svizzera.

La procura di Milano, nella giornata di giovedì 4 agosto, ha iscritto il tesoriere dell'associazione Luca Coscioni nel registro degli indagati dopo che si era autodenunciato ai carabinieri. Attualmente - come riporta MilanoToday - il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano sta valutando la questione della competenza territoriale: se necessario invierà il fascicolo alla procura di Venezia.

Cappato rischia fino a 12 anni di carcere perché, come spiegato dall'associazione, ha intrapreso una forma di disobbedienza civile: la persona accompagnata non è «tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale», quindi non rientra nei casi previsti dalla sentenza 242\2019 della Corte costituzionale sul caso Cappato-Dj Fabo per l'accesso alla tecnica in Italia.

«In queste ultime due legislature parlamentari non è mai stata discussa la nostra legge di iniziativa popolare presentata 9 anni fa; adesso con lo scioglimento delle camere è caduta - ha detto Cappato mercoledì mattina, prima di entrare nella caserma di via Fosse Ardeatine -. La corte costituzionale, presieduta da Giuliano Amato, ha impedito al popolo italiano di decidere sulla legalizzazione dell'eutanasia».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cappato è indagato per aiuto al suicidio, rischia 12 anni di carcere

VeneziaToday è in caricamento