menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabiniere ferito dal ladro in fuga, caccia al predone di sera a Marcon

La colluttazione domenica verso le 20 in viale della Repubblica, dopo un furto in abitazione. Il militare dell'Arma ha riportato la frattura di un dito

Stavolta ci è mancato molto poco. Tanto che le forze dell'ordine hanno avuto un corpo a corpo con lui, che alla fine è riuscito a far perdere le proprie tracce. Continuano i raid di batterie di predoni che al calare del sole entrano in azione perpetrando furti (o tentando di farlo) in tutto il Veneziano. Anche nel territorio di Marcon. E' proprio in una delle strade principali del paese veneziano, viale della Repubblica, che alcuni malviventi domenica verso le 20 avevano deciso di entrare in azione.

In questo caso, però, forse grazie alla segnalazione di alcuni residenti o forse per la capacità di intuire che in quella zona stava accadendo qualcosa di losco, sui criminali sono piombati anche i carabinieri. I malintenzionati per evitare l'arresto in flagranza sono fuggiti, ma uno di loro è stato raggiunto dai militari. Ne è quindi nata una colluttazione, con il carabiniere a tentare di immobilizzare il ladro, e quest'ultimo che aveva invece tutte le intenzioni di divincolarsi dalla presa dell'agente.

In questo frangente ad avere la peggio è stato il rappresentante dell'Arma, che ha riportato dei traumi al polso a causa dei colpi proibiti del suo interlocutore, scappato prima che potessero ammanettarlo. Nella tarda serata le ricerche erano ancora attive. Il militare è quindi dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del 118, al termine delle quali è stata diagnosticata la frattura di un dito della mano sinistra.

Inseguimenti di questo tipo sono avvenuti più volte negli ultimi giorni: giovedì ad Arino di Dolo due predoni sono usciti di strada dovendo lasciare l'auto (rubata) nel canale in via Torre. Cercando in altro modo di seminare le forze dell'ordine. Nello stesso momento, a Capriccio di Vigonza altri delinquenti "braccati" hanno deciso di evitare l'arresto gettandosi nel Brenta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento