menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Punti tolti alla patente di un senza dimora, indagato un carabiniere

Il militare per la Procura aveva escogitato un piano per non pagare le conseguenze delle infrazioni sue e degli amici. Intestava tutto a un croato

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Devono aver pensato questo gli inquirenti dopo che dal 2008 al 2014 un cittadino croato, senza fissa dimora, è stato sorpreso più e più volte oltre il limite di velocità nel Portogruarese. Possibile? Secondo la Procura di Pordenone no. Tant'è vero che, come riportano i quotidiani locali, ha iscritto nel registro degli indagati un appuntato dei carabinieri in servizio alla stazione di Villanova di Fossalta. Un militare vicino alla pensione che per gli inquirenti avrebbe escogitato un piano per mettere al sicuro i propri punti della patente e anche quelli degli amici.

L'agente, secondo le indagini, nel momento in cui doveva dichiarare chi si trovasse effettivamente al volante del veicolo colto in fallo, avrebbe scritto sempre il nome e cognome del "solito" croato. Sarebbero tre i casi nel mirino del pubblico ministero contestati allo stesso carabiniere, ma ce ne sarebbero altri invece che interesserebbero altre persone. Coinvolte nelll'inchiesta. La Procura sta indagando per il reato di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale ad altro pubblico ufficiale, visto che poi non era certo il militare dell'Arma a emettere materialmente le sanzioni, bensì il competente funzionario della Prefettura, indotto in errore dai verbali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento