rotate-mobile
Cronaca San Donà di Piave

Carabiniere rapito in Yemen, sms alla fidanzata di San Donà: "Sto bene"

Alessandro Spadotto, 28enne di San al Tagliamento, è stato prelevato domenica scorsa nella capitale Sana'a. Avrebbe la possibilità di usare il cellulare: "Non vi preoccupate", avrebbe scritto

"Sto bene, non vi preoccupate". E' il testo di un sms che lunedì la fidanzata di Alessandro Spadotto, il carabiniere italiano di San Vito Al Tagliamento rapito nello Yemen, ha ricevuto dal telefono del compagno. Lo riferisce il quotidiano Il Gazzettino. La giovane, Giorgia Bizzarro, 24 anni, di San Donà di Piave, dice di aver contattato la Farnesina e di aver ricevuto rassicurazioni: "Mi hanno detto che Alessandro sta bene, e raccomandato di stare tranquilla".

Intanto la famiglia del militare 28enne ringrazia tutti coloro che si stanno impegnando "per la liberazione di nostro figlio". Questo quanto ha dichiarato ai giornalisti in attesa davanti alla sua casa la signora Marina, madre di Alessandro, rapito domenica scorsa nello Yemen. La signora ha anche ringraziato "chi ha manifestato solidarietà e vicinanza". La madre del militare ha soltanto precisato che la "passione" di suo figlio "é il suo lavoro" e che ha compiuto varie missioni all'estero.


Il giovane si trovava nella capitale yemenita di Sana'a come addetto alla sicurezza dell'ambasciata. Secondo il ministro dell'Interno yemenita, sarebbe trattenuto dai gruppi tribali nella provincia petrolifera di Maarib. I rapitori chiederebbero il rilascio di un detenuto e la restituzione di alcune terre che, a loro dire, apparterrebbero loro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabiniere rapito in Yemen, sms alla fidanzata di San Donà: "Sto bene"

VeneziaToday è in caricamento