rotate-mobile
Cronaca Chioggia

Trasporta 500 chili di molluschi con bollo di altro peschereccio: chioggiotto nei guai

Bulli e molluschi in sei sacchi, con etichette "illegali". I carabinieri di Chioggia, martedì pomeriggio, hanno sequestrato il prodotto ittico e denunciato il comandante della barca

Un controllo di rito. Nel pomeriggio di martedì i carabinieri di Chioggia hanno proceduto ad ispezionare il carico di un motopesca che si era appena ormeggiato alla banchina del canale San Domenico Interno, nelle vicinanze del locale mercato ittico all'ingrosso. Routine, che ha riservato l'ennesima "brutta" sorpresa.

All'interno dell'imbarcazione, tra i vari prodotti ittici, i militari dell'Arma hanno trovato sei sacchi contenenti bulli e cappesante, sui quali erano stati applicati i cosiddetti "bolli sanitari", etichette emesse dai Centri di spedizione molluschi galleggianti, che attestano l'idoneità al consumo umano e sono obbligatori per la vendita sul mercato.

Fin qui nulla di strano, non fosse che i bolli riportavano l'intestazione di un altro peschereccio. Il comandante avrebbe cercato di difendersi, riferendo alle forze dell'ordine di aver ricevuto le etichette dalla società armatrice dell'altra imbarcazione. Una pratica comunque vietata per legge. Alla luce di quanto accertato, quindi, i carabinieri hanno sequestrato tutti i sacchi di molluschi, per un peso complessivo di circa mezzo quintale ed un valore commerciale di circa 500 euro, per tentativo di frode nell’esercizio del commercio. Per il comandante del peschereccio è scattata invece la denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporta 500 chili di molluschi con bollo di altro peschereccio: chioggiotto nei guai

VeneziaToday è in caricamento