Natale alle porte: "Massiccia presenza di carabinieri in piazze, fiere e mercatini"

Decine di denunce e arresti nelle ultime due settimane per furti, rapine e contraffazione. L'Arma rinnova l'impegno in vista delle festività. Nel mirino finiscono i luoghi affollati

Quattordici denunce in centro storico per rapine con spaccate a negozi e ristoranti, tre per vendita di merce contraffatta, quasi una trentina in terraferma per furti in abitazioni private e in esercizi commerciali o edifici pubblici. Sono solo alcune delle azioni portate a termine nelle ultime due settimane dai carabinieri, che con l'arrivo delle festività natalizie rinnovano il loro impegno a favore della sicurezza e prevenzione, in vista di una maggior concentrazione di persone in luoghi pubblici affollati, piazze, vie dello shopping, mercatini del capoluogo e dei principali centri della provincia.

Garantire alla cittadinanza tranquillità

In particolare saranno impiegate pattuglie a piedi di carabinieri nella tradizionale uniforme di rappresentanza (l’uniforme, rispetto a quella d’uso quotidiano, prevede l’impiego degli stivali, del mantello, delle cordelline bianche e, oltre alla pistola d’ordinanza, della sciabola), i quali presidieranno Piazza San Marco, il Ponte di Rialto e le principali calli del centro storico nonché piazza Ferretto e dintorni nel centro di Mestre. Il personale, lungo gli itinerari assegnati, avrà il compito di prevenire i reati, in particolare quelli di tipo predatorio riconducibili a borseggi e taccheggi, soffermandosi con i cittadini e i commercianti per qualsivoglia necessità. Tali servizi saranno affiancati da quelli dedicati all’antiterrorismo, attuati mediante il quotidiano impiego delle squadre operative di supporto del 4° Battaglione “Veneto”. 

Tempestività ed efficienza

A quest’ultime, dotate di equipaggiamenti e armi speciali, già da tempo ampiamente utilizzate nel centro storico e nei principali luoghi di aggregazione di terraferma, è assegnato il compito di vigilare lungo le principali arterie e nei luoghi esposti a maggior rischio (tra questi sono stati individuati anche il mercatino natalizio di Jesolo ed i mercati settimanali di Chioggia e Portogruaro), fornendo una pronta ed efficace risposta ad eventuali e improvvise minacce. Le Squadre SOS, a prescindere dalla loro dislocazione, hanno inoltre la capacità di spostarsi celermente con mezzi natanti e terrestri ed intervenire in breve tempo nell’ambito di tutta la provincia, laddove vi sia l’attivazione da parte della Centrale Operativa. I citati dispositivi di prevenzione andranno naturalmente ad implementare i numerosi servizi che l’Arma dei Carabinieri già sta svolgendo diuturnamente a favore della cittadinanza per la prevenzione ed il contrasto dei reati contro la persona, delle principali violazioni in materia di sostanze stupefacenti e dei reati predatori (in particolare i furti in abitazione) che maggiormente condizionano la percezione di sicurezza della popolazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento