rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Furti e corruzione, i carabinieri in Veneto "si faranno in quattro"

Intensificazione dei controlli e dell'attività di prevenzione, sono i propositi del comando regionale: "Cittadini vanno rassicurati, anche se rapine sono in calo"

Anche i carabinieri, con la fine del 2014 alle porte, fanno il punto della situazione sui risultati conseguiti nel corso dell'anno. E annunciano i "buoni propositi" per il 2015, dichiarando che la lotta alla criminalità sarà intensificata al massimo. Perché, dice il comandante regionale Maurizio Mezzavilla, anche se le rapine sono in diminuzione e i furti restano costanti, la sicurezza percepita sta diminuendo: e uno dei compiti delle forze dell'ordine è quello di far sentire i cittadini protetti.

Mezzavilla ha parlato lunedì mattina nella caserma di San Zaccaria. Le principali emergenze di questo 2014 sono i furti e la corruzione, ed è su questi temi che i carabinieri veneti, anche nel corso del prossimo anno, aumenteranno i controlli: in particolare sarà richiesta alle stazioni locali e alle tenenze un'intensificazione delle perlustrazioni con le auto di servizio, soprattutto in provincia e lontano dai grandi centri.

Dunque l’obiettivo del prossimo anno è quello di incrementare l’attività per prevenire i furti, ma ci saranno anche controlli mirati sulla pubblica amministrazione: saranno raccolti elementi per prevenire la corruzione ed attivate ispezioni nei confronti di attività commerciali sospettate di appoggiare la criminalità attraverso il riciclaggio di denaro sporco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e corruzione, i carabinieri in Veneto "si faranno in quattro"

VeneziaToday è in caricamento