Già in comunità continua a violare la legge: in carcere 18enne di Marghera

Era in custodia cautelare per i gravi reati di estorsione e maltrattamenti contro familiari. Per lui mercoledì sera sono scattate le manette

Foto: carabinieri, archivio

Già in custodia cautelare 18enne di Marghera finisce in carcere a causa della condotta. Si trovava in comunità da minorenne, in custodia cautelare per i gravi reati di estorsione e maltrattamenti contro familiari, ma per lui sono scattate le manette mercoledì sera. 

Il carcere

Il giovanissimo, condannato infatti alla pena di un anno e sei mesi di reclusione per i gravi reati detti, è stato portato in carcere dai carabinieri della stazione di Marghera su disposizione della Corte di Appello di Venezia a seguito delle ripetute violazioni alle prescrizioni cui era sottoposto, e dell’evidente mancanza di consapevolezza dei gesti compiuti e delle conseguenze degli stessi, l’uso di stupefacenti tra gli altri, che ne testimoniano la mancanza di volontà nel seguire il percorso di recupero. Al termine delle formalità, per il giovane si sono aperte le porte del carcere di Venezia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento