menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli gratuiti in ospedale: i medici gli scoprono un sospetto carcinoma

I risultati della Giornata nazionale per la salute del cavo orale non sono mancati in territorio veneziano. Il 22 settembre oltre un centinaio di persone visitate nel territorio dell'Ulss 3

Le visite di prevenzione servono proprio a questo: ad anticipare e mettere fuori gioco il problema prima che sia troppo tardi. E' quanto accaduto durante la Giornata nazionale per la diagnosi precoce dei tumori del cavo orale, che ha coinvolto anche gli ospedali dell'Ulls 3 "Serenissima". Il 22 settembre scorso sono stati 117 i cittadini che hanno risposto all'invito di eseguire accertamenti gratuiti nei servizi di Otorinolarincoiatria dei nosocomi di Mestre, Venezia, Dolo e Chioggia. A un paziente si è così scoperto un sospetto carcinoma e ad altri invece sono stati diagnosticati casi di discheratosi e ipercheratosi, ossia lesioni importanti che devono essere medicate presto per evitare tumori alla pelle. 

DIMOSTRATA L'IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE

“Una giornata di sensibilizzazione – ha commentato il direttore generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – che ci ha ricordato ancora una volta quanto importante sia la prevenzione e, quindi, anche l’attenzione di tutti noi, alla propria salute. Come? Rispettando i corretti stili di vita. Le cause scatenanti di questi tumori sono il fumo, l’abuso di alcolici, una nutrizione sbagliata e non completa, una cattiva igiene. Non bisogna tralasciare nulla: di fronte anche al più piccolo segnale, rivolgersi allo specialista”. Soddisfatto il professor Roberto Spinato, coordinatore della Giornata: “Trovare un sospetto carcinoma su circa un centinaio di persone visitate, non è poco – ha sottolineato – basti pensare che su 100mila persone, se ne scoprono circa otto”. 

I DATI DELLA GIORNATA

Ma come è andata l'iniziativa? In sintesi il lavoro svolto: tra Mestre e Venezia si sono presentate 60 persone, a Chioggia 44 e a Dolo 13. Le persone che si sono rivolte ai servizi Orl della Ulss 3 avevano una età media intorno ai 60 anni: la più giovane una trentenne, il più anziano un ottantenne. Diverse le problematiche riscontrate: oltre alle patologie frequenti come il reflusso gastroesofageo, infiammazioni dei tessuti parodontali, papilloma tonsillare, cisti della tonsilla e afta della lingua, sono stati rilevati anche dei casi che verranno sottoposti ad accertamenti, tra cui un sospetto carcinoma.

I RESPONSABILI DEL SERVIZIO 

La Giornata è stata coordinata dal Professor Spinato con la preziosa collaborazione dei referenti dei vari Distretti della Ulss 3: il primario di ORL dell’Ospedale di Mestre Doriano Politi, il responsabile facente funzioni di ORL di Venezia Giuseppe De Min, il primario dell’Ospedale di Mirano-Dolo Maurizio Amadori e il responsabile del servizio di Chioggia Massimo Mancini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento